Baby K: l’Anna Wintour che Non cambierà mai

null
La Femmina Alfa è finalmente tornata.

Dopo 2 anni e mezzo fuori dalle scene, Baby K rientra nel panorama italiano come l’uragano Sandy, portandosi dietro ben 41 milioni di visualizzazioni Youtube e un bel triplo disco di platino. Ovviamente sto parlando del singolo ‘Roma-Bangkok’, realizzato in collaborazione con la collega e ormai amica Giusy Ferreri.

Ma oltrepassiamo il tormentone dell’estate 2015 (e non provate a negare di averlo canticchiato per giorni e giorni), passiamo a ciò che noi fan di vecchia data aspettavamo da tempo: il nuovo disco.

‘Kiss Kiss Bang Bang’, uscito l’11 settembre, ha due compiti ardui; essere all’altezza del successo di “Una Seria”, lavoro curato e prodotto non da uno a caso, ma da Tiziano Ferro (non so se mi spiego), e raccontarci qualche aspetto in più della vita della nostra amata rapper: già il gioco di opposti che troviamo nel titolo, il bacio e il colpo di pistola, rispecchia molto la sua personalità, il suo stile.

Come ha detto lei stessa, in questo album si è presa il lusso di sperimentare, in particolare con diversi stili di scrittura, basti pensare a ‘Venerdì‘, l’inno pop punk al giorno in cui stress, problemi e rotture settimanali vengono scaricate in una serata di risate e divertimento con gli amici.

Andiamo avanti con ‘Super mega iper’, che ammetto, mi ha conquistato con la frase “Ci buttiamo in qualche pub a fare karaoke, con un brano di Tiziano fino a diventare rocker!” Bang, colpita e affondata.

Il brano che a mio avviso si presenta come il più particolare, che si distingue maggiormente, è sicuramente ‘Fakeness‘. Questa collaborazione con Madh, l’artista sardo classificatosi secondo all’ultima edizione di X Factor, ha dato origine ad un brano dall’aria internazionale, un qualcosa che in Italia non abbiamo mai sentito (purtroppo).

In ultimo parliamo di ‘Anna Wintour’, la vera e propria anteprima di questo disco, e se devo dirla tutta, il brano che preferisco. Claudia a proposito di questo brano ha detto: “È il messaggio che se ti impegni puoi arrivare dove vuoi anche se sei una donna in un mondo di uomini. Anna Wintour ne è l’esempio più attuale e riuscito.” Io posso solo aggiungere: parole sante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *