Perle di Settembre

Buongiorno! Oggi vorrei pubblicare una piccola lista di canzoni che s’ispirano al mese di settembre.

Un aforisma trovato su twitter cita:

Di giorno fa caldo, la sera fa freddo, la nostalgia del mare, la paura dell’incertezza del nuovo inizio. Settembre è un adolescente perfetto

— Strega Comanda Color (@silviagarbe) 4 Settembre 2014

Quanta verità ragazzi. Ma passiamo alle canzoni.

  1. Wake me up when September ends. Classico dei Green Day, anno 2004, significato molto particolare: il brano è stato scritto da Billie Joe per il padre, che morì nel settembre 1982 a causa di un cancro. Ai funerali Billie Joe, che aveva solo 10 anni, scoppiò a piangere, scappò a casa e si chiuse nella sua camera. La madre, quando tornò dalla celebrazione, bussò alla porta e chiese al figlio di aprire, ma lui rispose: “Wake me up when september ends.”.

 

  1. Lunario di settembre. La voce e la musica sono di Ivano Fossati, ma il testo è tratto da una poesia di Anna Lamberti Bocconi (‘Alla Luna’), dove si analizza una sentenza di condanna datata 1647, periodo in cui tutti, dal dottore al servo della gleba, dal mercante al mendicante, credevano nell’esistenza della stregoneria.

 

  1. 29 settembre. Scritta da Mogol e Lucio Battisti, la canzone è incisa inizialmente in chiave rock dagli Equipe 84 (che la pubblicarono anche in inglese, 29th September), e successivamente da Battisti stesso.

 

  1. Impressioni di settembre Altro brano di Mogol, cantato dalla PFM (Premiata Forneria Marconi, presto scriverò un post sul perchè hanno scelto questo nome, promesso). Curiosando su internet ho scoperto che questo è il primo brano italiano in cui viene utilizzato il moog, strumento simbolo del rock progressivo di quegli anni. Pare che ai quei tempi nemmeno i PFM potesse permetterselo, così dovettero chiedere in prestito l’unico esemplare in possesso dell’importatore italiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *